.
Annunci online

VivaTravagliO
x cOme vedO i fatti,che cOmunque restanO fatti,,,Cinema, musica,politica..




















SOCIETA'
13 ottobre 2008
..mestiere di vivere..
 

La vita ognuno di noi la percepisce in modo differente, la vive in modo differente. Non si può negare totalmente che la vita sia una sorta di mestiere, per il quale sono necessarie tutte le nostre abilità. Leggendo “Il mestiere di vivere” di Cesare Pavese, mi sono ritrovata a parlare con lui dentro di me..

Io – Io fondamentalmente non capisco una cosa: il timore, il rifiuto nei confronti di ciò che è diverso ed estraneo a noi stessi.-

Cesare – L’uomo fondamentalmente è portato a questo: avere delle convinzioni e delle abitudini, vivere secondo certi canoni e non ammettere che ciò possa cambiare. L’uomo ama stare tranquillo e tutto ciò che è a lui estraneo potrebbe sconvolgere il suo presunto equilibrio.-

Io – Non si può dire questo di ogni uomo, però non hai torto-

Cesare – L’uomo di cui parlo è l’uomo che non ama il sapere, che ha paura di sentirsi insicuro e confuso e per non mettere in crisi le sue convinzioni smette di imparare.-

Io – Per questo motivo nasce il razzismo e nasce un comportamento di rifiuto nei confronti, non solo di chi è di etnia diversa, ma anche di sesso diverso o di chi è disabile.-

Cesare – Anche per questo esatto. Infatti non vedo come possano cambiare la società leggi sulle pari opportunità o sull’immigrazione ecc., ovviamente facilitano la convivenza tra persone civili, ma non risolvono il problema, quest ultimo è dentro ognuno di noi.-

Io – Ma per arrivare a capirlo bisogna aver raggiunto un minimo di maturità-

Cesare – Ho sempre pensato che la maturità fosse infatti il sapersi confrontare con gli altri, perché in realtà aprire la mente a chi è estraneo a noi è una forma di arricchimento personale, ma l’uomo nasce animale, selvaggio, cattivo, a nessuno interessa arricchire la propria anima e le proprie conoscenze se non per un secondo fine-

Io – Che visione che hai dell’uomo!! Non saprei se darti ragione o torto, indubbiamente quello che appare è questo, ma forse si può trovare del buono dentro ogni persona, qualcosa che la spinga a guardarsi dentro a disporsi per gli altri, come l’amore.-

Cesare – L’amore è uno stupido gioco, l’amore porta alla sofferenza, le donne sanno trasformare gli uomini in rottami, non in esseri capaci di aprirsi al mondo, è inutile sperare che le cose cambino, l’uomo è così, non accetta la diversità, i problemi della società derivano in gran parte da questo non c’è amore che possa rimediare.-

Io – Non so davvero cosa pensare, la tua genialità quasi spaventa, eppure tu sei un uomo, come te lo spieghi? Io credo che già solo con le tue parole, tu una fetta di società l’abbia cambiata, gli uomini se presi nel modo giusto tirano fuori del buono e a quel punto anche il razzismo, la diversità, l’apparenza, la volgarità perdono valore.-

Cesare – Se sono un suicida è anche perché ho perso tutta la fiducia nell’uomo, ho perso la speranza di vedere una società diversa, quella che esiste oggi non è così diversa da quella di ieri.-

1 ottobre 2008
Diario (ispirandosi a Pavese)

 Scrivere è liberare l'anima dal peso della riflessione, gettare sul bianco candido di un foglio tutto ciò che di meno puro si concepisce, così da sporcare quel foglio, da poterlo impregnare di un inchiostro che in realtà racchiude ciò che abbiamo dentro..

Il linguaggio è stato creato dall'uomo, è per questa ragione che è totalmente inutile cercare di sfruttarlo per esprimere il proprio ego..

Sono così stufa di te da non poter più vivere senza ciò che sei..

E' che da quanto era profondo il nostro sentimento, abbiamo sentito il bisogno di spazzare via il magico e poterci vivere pienamente, ma siamo rimasti noi, senza maschera, nudi. Che errore..

                                                                 




permalink | inviato da rossa il 1/10/2008 alle 18:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
16 giugno 2008
ciaO,,(DYLAN)


Bene è arrivato il momento si salutare quelle poche persone che passano di qua, ma prima...
Domenica 15 giugno 2008 a Trento suonava il mitico BOB DYLAN e io.. io c'ero.. finalmente posso dirlo.. ci sono stata e ho passato due ore da brivido.. Quei babbioni organizzatori hanno riempito il prato di sedie ed io ero in fondo ma è bastata una nota per farmi partire di corsa verso il palco e farmi ritrovare in prima fila in piedi insieme ad una massa di persone che ha mostrato x tutta la sera il bel culetto a tutti quelli seduti in prima fila che avevano pagato il biglietto 60 euro!!.. Sinceramente mi dispiace per quelli che non hanno visto, ma non mi sento in colpa neanche un po' perchè io uno spettacolo come quello non potevo perdermelo per nulla al mondo.. e così tra "don't think twice it's all right", "lay lady lay" e mille altri capolavori, Dylan ha dato come sempre il meglio di sè e ci ha stupiti emozionati divertiti dal primo all'ultimo secondo.. potrei dire tantissime altre cose ma in fondo preferisco tenere quei momenti solo per me, ((che egoista ahah)) rimarrà un ricordo eccezionale..
e allora vi saluto perchè quest estate di accendere il computer non se ne parla proprio!!.. ringrazio Dani(entropia) per avermi fatto conoscere gli afterhours e Watty per l'amicizia stretta!! ciao a tutti..

PS,, qualche raccomandazione:- fate l'amore
-ascoltate la musica (rock se possibile)
-guardate tanti film
-andate ai concerti
-andate dove cazzo volete ma divertiteviii e spaccate tuttooo!!

-informatevi anche ogni tanto!

ciaooo baci




permalink | inviato da rossa il 16/6/2008 alle 21:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
5 giugno 2008
...
 Di respirare la stessa aria di un secondino non mi va, perciò ho deciso di rinunciare alla mia ora di libertà, se c'è qualcosa da spartire tra un prigioniero e il suo piantone, che non sia l'aria di quel cortile, voglio soltanto che sia prigione, che non sia l'aria di quel cortile voglio soltanto che sia prigione.. é cominciata un'ora prima e un'ora dopo era già finita, ho visto gente venire sola e poi insieme verso l'uscita, non mi aspettavo un vostro errore uomini e donne di tribunale, se fossi stato al vostro posto, ma al vostro posto non ci so stare, se fossi stato al vostro posto, ma al vostro posto non ci so stare.. Fuori dall'aula sulla strada, ma in mezzo al fuori anche fuori di là, ho chiesto al meglio della mia faccia una polemica di dignità, tante le grinte le ghigne i musi vagli a spiegare che è primavera, e poi lo sanno ma preferiscono vederla togliere a chi va in galera, e poi lo sanno ma preferiscono vederla togliere a chi va in galera.. Tante le grinte le ghigne i musi poche le facce tra loro LEI, si sta chiedendo tutto in un giorno si suggerisce ci giurerei, quel che dirà di me alla gente, quel che dirà ve lo dico io: da un po' di tempo era un po' cambiato ma non mentirmi amore mio, da un po' di tempo era un po' cambiato ma non mentirmi amore mio..
Certo bisogna farne di strada da una ginnastica d'obbedienza fino ad un gesto molto più umano che ti dia il senso della violenza, però bisogna farne altrettanta per diventare così coglioni da non riuscire più a capire che non ci sono poteri buoni, da non riuscire più a capire che non ci sono poteri buoni.. E adesso imparo un sacco di cose in mezzo agli altri vestiti uguali, tranne qual'è il crimine giusto per non passare da criminali, ci hanno insegnato la meraviglia verso la gente che ruba il pane, ora sappiamo che è un delitto il non rubare quando si ha fame, ora sappiamo che è un delitto il non rubare quando si ha fame.. Di respirare la stessa aria dei secondini non ci va e abbiam deciso di imprigionarli durante l'ora di libertà.. Venite adesso alla prigione state a sentire sulla porta la nostra ultima canzone che vi ripete un'altra volta: PER QUANTO VOI VI CREDIATE ASSOLTI SIETE PER SEMPRE COINVOLTI!!!  Fabrizio De Andrè..



permalink | inviato da rossa il 5/6/2008 alle 19:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
24 maggio 2008
E Ogni sabatO piOve.MOnnezza.


Mi capita spesso di guardare il cielo, ma quasi mai di osservarlo, perchè se ci pensate bene il cielo è ciò che ci unisce davvero, lo possiamo guardare tutti bene o male e bene o male è sempre quello.. Ma chi lo osserva più ormai?? Tutti concentrati nei nostri GRANDI impegni ai quali non possiamo rinunciare.. Beh ieri sera invece ho passato una buona mezzora ad osservarlo e mi sono accorta che è davvero strano, cioè ti fa sentire strano, ti fa sentire piccolo e insignificante.. Ma in fondo è quel tocco di realismo che serve a tutti noi.. Perchè noi siamo piccoli e insignificanti e non avremmo affatto il diritto di giocare col mondo come ci pare e piace..
Ed è così che mi collego all'emergenza rifiuti.. beh soffocateci sotto la monnezza miei cari napoletani, se dovete continuare a credere di essere i più belli, ma insomma dico potevate provarci pure voi a fare la raccolta differenziata..Diciamo sì che è colpa di Bassolino, ma voglio dire un uomo da solo non fa nulla, e voi glielo avete permesso e ora vi fa solo che comodo dare la colpa a lui sperando che "ZiO SilviO" vi salvi,,ma quale zio silvio, quale?? che schifO.
Detto questo mi dispiace per i poveri napoletani e per la loro situazione,,solidarietà..
Sembro pazza eh lo so, ma non lo sono..leggete con profondità e tra le righe e capirete!
In ogni caso oggi è sabato e come ogni sabato ormai qua in Liguria piove e la cosa mi reca un fastidio non trascurabile, dato che il sabato è l'unico giorno in cui posso uscire ((sapete Maggio la scuola le materie sotto..))..
E allora che altro dire, niente come sempre, scrivo tanto e non dico niente, ma intanto mi sfogo e visto che il blog è mio, dovrà aiutare me, poi se è il caso piacere a voi, mio ristrettissimo pubblico! Vi saluto anche perchè ho appena comprato l'ultimo cd dei R.E.M. e l'ho ascoltato solo 500 volte e non mi sento ancora sazia..

Mi raccomando ragionate sempre e comunque, che noi non siamo i padroni del mondo e non possiamo permetterci di cazzeggiare così!!!


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. napoli monnezza pioggia

permalink | inviato da rossa il 24/5/2008 alle 17:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
19 maggio 2008
Lettera di Marco Travaglio..

 Messaggio ai lettori e agli amici dopo una settimana difficile
Cari amici del blog, ma anche di Repubblica, dell'Unità, di Micromega, di Annozero, una sola parola: GRAZIE.
E' stata una settimana difficile, ma ora va un po' meglio e sto leggendo, a rate, la fiumana di commenti e di messaggi di solidarietà che mi sono piovuti da ogni dove. Sono commosso. Credo che, come molti colleghi, se non avessi l'affetto dei lettori sarei già stato schiacciato. Siete la mia scorta, la mia assicurazione sulla vita. Grazie ancora. Continuate a partecipare attivamente e criticamente. E quando avete qualcosa da obiettare, fatelo sempre. Un abbraccio a tutti.
Marco
 
Per quanto vera o falsa che sia, sicuramente è molto umana..
Perchè è così che succede quando si è in crisi, ci si unisce, ed il sostegno dei lettori per un giornalista è la cosa più importante.. Per questo voglio dirti Marco che noi per te ci saremo sempre e non perchè sei un amico, ma perchè sei fonte di verità, cosa molto rara in Italia e le persone intelligenti della verità non possono fare a meno.. Grazie Grazie Grazie a te che ogni giorno ci ricordi che la giustizia è sacra per vivere bene e che va difesa a tutti i costi!
Non mollare mai..noi ci siamo sempre!




permalink | inviato da rossa il 19/5/2008 alle 16:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
9 maggio 2008
PeppinO ImpastatO

 
Il 5 gennaio 1948 a Cinisi nasceva Peppino Impastato figlio di Luigi Impastato e Felicia Bartolotta. La famiglia appartiene alla grande compagnia mafiosa locale. Già da Liceale fa politica iscrivendosi al PSIUP, fondando un giornale sul quale dichiara apertamente di essere figlio di un mafioso e che questo provoca in lui molta vergogna perchè "la mafia è una montagna di merda"..
Cacciato di casa dal padre finisce a vivere in un garage, con l'appoggio segreto di mamma Felicia, che comunque non riesce a rinnegare il figlio. Con il passare del tempo crea vari circoli culturali, fonda giornali, organizza manifestazioni, proteste, occupazioni, insomma si ribella alla mafia in tutti i modi possibili, fondando anche una radio attraverso la quale sfotte i vari mafiosi..
Ma per il clan di Mafiopoli è davvero troppo e fanno uccidere il padre di Peppino..
Si alimenta così la rabbia e Peppino decide di candidarsi alle elezioni, ma purtroppo, morto Luigi la sua protezione è svanita e il 9 maggio 1978 viene assassinato, fatto scoppiare con il tritolo sui binari di Cinisi la stessa notte della strage di Moro. Nel 2004 muore mamma Felicia, donna di grande forza e al quale tutti dobbiamo donare rispetto, perchè ha cercato di proteggere fino all'ultimo il figlio e ha diffuso il suo ricordo ovunque.. Ci sarebbero ancora tantissime cose da dire, ma potete anche scoprirle da soli, voglio lasciarvi una cosa molto più significativa, una poesia di Peppino..
                                                                                                                        Sulla strada bagnata di pioggia
                                                                                                                        si riflette con grigio bagliore
                                                                                                                        la luce di una lampada stanca:
                                                                                                                        e tutt'intorno è silenzio.

Ciao eroe, resterai per sempre un ricordo vivace, come una fiamma ardente, pronta ad insegnarmi il senso della vita..




permalink | inviato da rossa il 9/5/2008 alle 19:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
8 maggio 2008
ParlandO di DublinO e di ImpastatO..


Premettendo che ho un sonno elefantesco e che sono solo parzialmente responsabile di ciò che scrivo...
Sono appena tornata da Dublino, la città dei pubs e della Guinness, la città dal cielo infinito, dalle nuvole grigie, dalle verdi brughiere..La città delle porte colorate, la città dell'ironia, la città dell'alcool e dei musicisti allegri..Commuovente, la gente che sa sempre sorridere, che ti aiuterebbe chiunque tu fossi..Buffa, con le lentiggini e i capelli rossi, ma quel gran cuore e quella gran birra.. Beh penso sia chiaro il concetto, è incantevole(Dubliners inclusi).. Vorrei fare un paragone con l'Italia, ma è impossibile, perchè sembra di stare su un altro pianeta..Non so chi siano gli alieni, se noi o loro..Loro che non sanno cosa voglia dire essere crudeli, forse un po' ingenui, ma giusti, onesti e efficenti..Noi che siamo l'opposto contrario e non c'è nemmeno bisogno di dirlo.. è mezzanotte, 8/9 maggio.. esattamente 30 anni fa moriva Aldo Moro e nello stesso momento moriva un personaggio a me molto caro: Peppino Impastato.. Ragazzo che ha lasciato un segno nella storia italiana, squarciando pagine e pagine di un capitolo nero, la mafia..
Il suo coraggio, la sua onestà, la sua forza di volontà, la sua voglia di lottare e di ribellarsi sono stati esempio della grandezza di quest'uomo.. Grazie Peppino..Purtroppo la mafia che volevi sconfiggere c'è ancora e si è sviluppata anche in un'altra forma:governo.. Ti saluto e ti prometto che ti dedicherò il prossimo post.. Un saluto a mamma Felicia che ho avuto la fortuna e l'onore di conoscere.. Ciao eroe..




permalink | inviato da rossa il 8/5/2008 alle 23:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
21 aprile 2008
V2-Day,,siateci vi pregO!!,,((song di De Andrè))

 
Come in molti saprete il 25 aprile si terrà il V2-
Day, spero che sappiate tutti di cosa si tratta, in ogni caso per chi non lo sapesse è una manifestazione organizzata da Beppe Grillo per dire VAFFANCULO ai politici che la politica non la sanno fare! Io andrò a Torino, perchè ci sarà anche Travaglio, spero che ci siate in tanti, dobbiamo farci sentire!!

Ps.Ho trovato la frasona((canzone)) che più si addice al periodo..
da dedicare a tutti i grandi uomini che pensano di non aver colpa per ciò che sta succedendo in Italia, a tutti quegli uomini che continuano a far finta di non sentire le nostre voci a tutti quelli che hanno paura di cambiare, preferiscono continuare a non capire((e continuano a votare la merda)):
"E se vi siete detti -non sta succedendo niente, le fabbriche riapriranno arresteranno qualche studente-
convinti che fosse un gioco a cui avremmo giocato poco,
provate pure a credervi assolti, siete lo stesso coinvolti.. Anche se avete chiuso le vostre porte sul nostro muso, la notte che le pantere ci mordevano il sedere, lasciandoci in buona fede massacrare sui marciapiede, anche se ora ve ne fregate, voi quella notte voi c'eravate.. E se nei vostri quartieri tutto è rimasto come ieri, senza le barricate, senza feriti, senza granate, se avete preso per buone le verità della televisione, anche se allora vi siete assolti, siete lo stesso coinvolti..
E se credete ora che tutto sia come prima, perchè avete votato ancora la sicurezza, la disciplina, convinti di allontanare la paura di cambiare verremO ancOra alle vOstre pOrte e grideremO ancOra più fOrte: per quantO vOi vi crediate assOlti siete per sempre coinvOlti" Fabrizio De Andrè (((GRANDE!!)))


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. V2-Day Travaglio De Andrè

permalink | inviato da rossa il 21/4/2008 alle 17:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
15 aprile 2008
The End
 
Non mi sembra ci sia altro da dire, sono inutili ormai gli insulti le proteste, inutili le battute, inutili le rivolte..In quest'ultimo periodo si parlava solo di quello, solo di quanto Berlusconi fosse delinquente, solo di quanto Fini sia ridicolo, solo di quanto Veltroni offrisse una via di uscita, molto insicura, molto tortuosa, ma comunque una via di uscita..
Berlusconi ha dimostrato all'Italia di essere un vero deficente più e più volte..MA NIENTE!
Io di questo Paese mi vergogno..
Siamo riusciti per la terza volta a eleggere la persona che ci ha preso per il culo per 15 anni e che continuerà a farlo..Ma dico ma il cervello qualcuno ce l'ha???
Questi risultati mi hanno buttato davvero a terra, non posso crederci..
Per il futuro del mondo si spera solo che la Clinton o Obama facciano un buon lavoro, L'Italia può riposare in pace!..
This is the end,,My only friend, the end...



permalink | inviato da rossa il 15/4/2008 alle 13:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte